31 luglio 2015

Readings of the month: July, #1

Recensione
Buona sera, lettori!
Essendo oggi l'ultimo giorno del mese ho deciso di dare il via - finalmente, aggiungerei - ad una delle rubriche create. Come da titolo, sto parlando della Readings of the month che riepiloga tutte le letture del mese. Innanzitutto volevo dirvi che ho visto vagando per il web, fra vari blog, che non sono la sola ad aver avuto questa idea e mi sembra anche piuttosto normale quindi ho preso in considerazione degli eventuali cambiamenti a ciò che mi ero prefissata agli inizi.
Beh, direi che potrei anche smettere di parlare dell'introduzione a questa rubrica e farvela semplicemente vedere.

________________

READINGS OF THE MONTH

http://4.bp.blogspot.com/-dCd9Ci1Xjyk/VWLz1NFF6nI/AAAAAAAAIIU/AEPYWXf55a0/s1600/20310_2022489667890019_1879887296946408483_n.jpghttp://3.bp.blogspot.com/-jGt-9iebe-8/VTpjft7uW8I/AAAAAAAAPxU/Y1Yii4wBLBI/s1600/Non%2Bposso%2Bfare%2Ba%2Bmeno%2Bdi%2Bte.jpghttp://www.newtoncompton.com/files/cache/ti-odiero-fino-ad-amarti_6727_x600.jpghttp://www.newtoncompton.com/files/cache/oltre-noi-linfinito_4432_x600.jpghttp://4.bp.blogspot.com/-uVRFWeo33ZA/VYkT1MTiJUI/AAAAAAAARVM/jwTqZSe0idY/s400/Freddo%2Bcome%2Bla%2Bpietra%2B%2528Dark%2BElements%2B-%2BVol.%2B2%2529%2B%255B.jpghttp://www.cs.trinity.edu/~sgarrigu/Harry%20Potter.jpg
http://2.bp.blogspot.com/--gj4IYcAh4Q/VM_nSuzHSVI/AAAAAAAARjU/aoFjbMV-llc/s1600/978-88-541-7703-1.jpghttp://static.lafeltrinelli.it/static/frontside/xxl/310/5424310_283675.jpg



A fior di pelle è un libro diverso da tutti quelli che ho letto finora. Non riesco a spiegarvi a parole questa sua diversità perché, fidatevi, a parole non lo si può esprimere. Bisogna leggerlo per capire appieno quanto esso possa dare. Il messaggio che scaturisce da esso è uno di quelli più significativi che ci possa essere nella vita di qualcuno; ce lo si sente ripetere per tutta quanta la propria vita - se essa è stata costellata da qualche errore - ma non si riesce mai ad arrivare fino in fondo a comprenderlo finché non lo si accetta. Noi (inteso come tutti, come il genere umano) non siamo il nostro passato, non siamo i nostri errori, siamo semplici esseri umani che fanno sbagli madornali ma che perdonano. Siamo mutevoli. Che dire ve lo consiglio proprio. Ho impiegato mesi a decidere se leggerlo o meno, ho tentato di farmi dire qualcosa a riguardo da un'amica che l'ha letto e alla fine ho deciso di leggerlo. Mi ha letteralmente sconvolta. Gli do un quattro bello pieno - sulla scala da cinque, ovviamente.
Non posso fare a meno di te e Ti odierò fino ad amarti fanno parte della stessa serie di libri e narrano le avventure sentimentali di tre uomini - amici fra loro - e di tre donne che entrano in contatto con loro. E' un romanzo molto sensuale, con parecchie scene da bollino rosso ma intriso di un romanticismo che delle volte esce dalle righe classiche. Oltre noi l'infinito non so bene come commentarlo, ragazzi. Il primo libro mi era piaciuto, l'ho trovato molto significativo per certi aspetti, ma questo secondo libro mi ha lasciato l'amaro in bocca. Certe situazioni le avrei veramente evitate. Ma nulla mi ha turbata e delusa più di Freddo come la pietra. E' stato proprio un colpo al cuore, una coltellata data alle spalle. Io adoro letteralmente Jenny. I suoi libri mi hanno fatto battere il cuore, mi hanno emozionata, mi hanno sconvolta, mi hanno fatta piangere e ridere. Adoro i suoi personaggi, sia maschili che femminili, sia primari che secondari. E' brava, è veramente brava a scrivere, per questo mi chiedo come abbia fatto a scrivere un libro così... assurdo. Ci sono delle pecche veramente gravi, ci sono delle informazioni che sono spuntate fuori solo adesso, i personaggi sono stati stravolti cambiando atteggiamento. Io non so.. Credo che abbia voluto rischiare ma abbia giocato male le sue carte. Harry Potter non lo commento nemmeno, non c'è bisogno di commentarlo. FENOMENALE. Ecco, c'è da dire che ora a distanza di qualche anno dalla prima lettura posso affermare con assoluta certezza che Harry Potter non è affatto il mio personaggio preferito e non lo sarà mai. Troppo irritante, troppo perfettino, troppo pervenuto. Sì, sarà un grande mago dal cuore buono ecc ecc, ma... NO. Quanto ti ho odiato me lo aspettavo differente, ecco, sì, differente è la parola adatta. Mi è piaciuto e sono contenta che ne abbiano fatto un film - per quanto abbiano stravolto la trama - ma mi aspettavo qualcosa di diverso...
E, infine, Noi siamo grandi come la vita è stato illuminante. Non pensavo che mi piacesse tanto perché non vado pazza per il genere di scrittura. Mi piacciono i dialoghi, le introspezioni, le narrazioni, non le lettere. Un libro fatto completamente di lettere che raccontano non è mai stato il mio massimo, ma questo libro mi è piaciuto. Forse perché parla di una tragedia ed è ad alto concentrato di dramma. Lo consiglio a chi non l'ha ancora letto anche se come me non apprezza lo stile.

_________________

Ed ecco tutto - o quasi. Purtroppo non ho potuto inserire alcune cose perché non ho avuto il tempo materiale per farlo e me ne dispiaccio. Il prossimo mese mi organizzo meglio. Le recensioni di tutti i romanzi arriveranno - tranne di HP, mi spiace ma non me la sento proprio - veramente presto. Che ne dite, però? Vi piace come idea o vi suona troppo di già visto?

28 luglio 2015

Anteprime di fine mese della Newton Compton!

Buona sera, lettori. Mi sono presa qualche tempo lontana dal blog per riorganizzarmi, sistemare delle cose inerenti al blog, delle letture e godermi un po' il relax dell'estate. Torno stasera, però, con qualche nuovo libro appena uscito o che uscirà nei prossimi giorni. 
Vietato non innamorarsi mi incuriosisce tantissimo e non vedo l'ora di averlo tra le mani ma sono anche altri i libri che mi interessano. Purtroppo, girando per il web alla ricerca di qualche titolo sono incappata anche in quelli che usciranno solo a Settembre. E che dirvi? Mi piacciono tantissimo! 


TITOLO: Vietato non innamorarsi
AUTRICE: Lauren Barnholdt
EDITORE: Newton Compton
USCITO IL 27 LUGLIO 2015

Si erano ignorati per tutto il liceo, eppure nel corso di una festa, all’ultimo anno, qualcosa è scattato: Jordan e Courtney si sono ritrovati e mai più separati. La loro storia procede a gonfie vele, poi poco prima della partenza per il college, Jordan molla Courtney, dicendole di essersi innamorato di un’altra ragazza, conosciuta su internet. Ormai è troppo tardi per raggiungere l’università insieme. Courtney ha il cuore a pezzi, ma immagina di potercela fare: in fondo si tratta solo di pochi giorni. Invece, per una strana inversione di ruoli, è Jordan a essere preoccupato. Perché sa di avere uno scheletro nell’armadio, un segreto che è stato causa della rottura e che adesso impedisce loro di tornare insieme. Ma il viaggio è lungo e la vicinanza forzata non potrà che far salire ogni cosa a galla… Forse, a dispetto di tutto, Jordan e Courtney sono destinati l’uno all’altra.


TITOLO: La risposta è amore
AUTRICE: Monica Murphy 
EDITORE: Newton Compton
USCITO IL 30 LUGLIO 2015


Bryn James è una ragazza con le idee chiare: ciò che desidera più di ogni cosa al mondo è l’affascinante Matthew DeLuca, ex campione di baseball e ora proprietario di un’azienda vinicola. Nonché suo nuovo capo… Matt è giovane, intelligente e incredibilmente sexy: peccato che non la consideri altro che una valida e timida assistente. Bryn però è determinata a fare di tutto purché lui la noti. Armata di un nuovo look e di un atteggiamento più aggressivo, si è messa in testa di attirare l’attenzione di Matt e conquistarlo una volta per tutte. E al diavolo la professionalità! Con l’inaugurazione di una nuova attività, Matt sa che deve rimanere concentrato, ma Bryn gli sta rendendo la vita molto difficile: lui ha sempre trovato attraente il suo atteggiamento serio e un po’ compassato, ma bisogna ammettere che la nuova Bryn è davvero mozzafiato ed è un’impresa ardua riuscire a tenere le mani a posto. Così, quando all’improvviso Matthew si ritrova a strappare i vestiti di dosso a Bryn, sa che si sta giocando la carriera… e il cuore.


TITOLO: Ti porto via con me
AUTRICE: Kristen Proby
EDITORE: Newton Compton
USCITO IL 27 LUGLIO 2015

Natalie Conner non si aspettava di certo di essere aggredita in malo modo da uno sconosciuto solo per aver scattato qualche foto sulla spiaggia. Ma chi è questo tipo misterioso e bellissimo? E perché è convinto che Natalie stesse fotografando proprio lui?
Luke Williams vuole solo essere lasciato in pace e detesta i paparazzi. Ma quando scopre che la giovane fotografa non ha idea di chi sia lui e si sta limitando a immortalare il paesaggio per lavoro, cerca di farsi perdonare da lei per il suo comportamento scorbutico.
Ma cosa succederà quando Natalie scoprirà quello che Luke le sta nascondendo?

15 luglio 2015

WWW...Wednesday! #9

Buona sera, lettori!
Fra il caldo soffocante e il Prime Day di Amazon mi stavo completamente dimenticando dell'appuntamento del Mercoledì. Lo so, lo so, dopo l'ultima recensione sono sparita ma era solo per ricaricarmi e tornare con nuove recensioni, nuove anteprime e nuovi post. Quindi, non preoccupatevi non sono sparita di nuovo. 
Ma bando alle ciance, vi lascio all'appuntamento settimanale! 


                         WWW…WEDNESDAY!
(Rubrica creata dal blog Should be Reading)
What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
What do you think you'll read next? (Cosa pensi di leggere in seguito?)

What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)



L'ultima volta che ti ho detto addio, Cynthia Hand

Sono alle primissime pagine e mi sta piacendo. Non voglio dar giudizi troppo affrettati poiché ho letto in giro qualche recensione negativa ma la trama mi ha incuriosita tantissimo!

What did you recently finish reading? 
(Cosa hai appena finito di leggere?)
 





1. Freddo come la pietra, Jennifer L. Armentrout
2. Regole d'amore per amici confusi, Ellie Cahill
3. Amami per un'estate, Katie Cotugno

Aspettavo Freddo come la pietra da un sacco di mesi e devo dire che l'attesa mi ha non solo snervata oltre ogni limite - chi ha letto il primo sa perfettamente il perché - ma mi ha anche dato tantissime idee su come sarebbe potuto essere questo secondo libro. Molte cose che sono successe me le aspettavo, altre no. Una cosa che non mi aspettavo era il voler ammazzare Layla una pagina sì e l'altra pure ma di questo ne parlerò meglio nella recensione. Regole d'amore per amici confusi è stata una lettura piacevole. Il libro mi ha dato una rinfrescata e mi è piaciuto veramente tanto. I due protagonisti, poi, sono simpaticissimi.  Non me lo aspettavo che fosse così Amami per un'estate, pensavo che fosse tutt'altro libro ma mi è piaciuto comunque. Certo, Molly la volevo strozzare, ma a parte questo piccolo dettaglio mi è piaciuta la storia; dall'inizio alla fine. 



What do you think you’ll read next? 
(Cosa pensi di leggere in seguito?)
 

Tutto ciò che sappiamo di noi due, Colleen Hoover

Devo leggerlo. Devo farlo. Lo voglio fra le mie manine. Lo voglio divorare come ho fatto con il primo. Ed essendo dal punto di vista di lui, questa volta, se ho letto bene, la mia curiosità sale a livelli stellari.

9 luglio 2015

Recensione: "Scommettiamo che ti faccio innamorare?" di Emma Hart

Recensione
Buona sera, lettori!
Qui da me il caldo continua e nemmeno una nuvola di pioggia si vede all'orizzonte. Spero che questo caldo non regga fino a Settembre ma che ci siano delle giornate un po' meno soffocanti, altrimenti non riuscirò a fare nulla. Già solo alzarsi dal letto è un'impresa! E' in giorni come questi che mi piacerebbe vivere vicino al mare. Per fortuna, ogni tanto, un leggero venticello c'è.
Comunque, quest'oggi vi recensirò un libro che è uscito da poco. Siete felici?
Scommettiamo che ti faccio innamorare? è il primo libro della saga The Game di Emma Hart.
L'ho iniziato ieri sera e l'ho finito praticamente poche ore dopo. Emma ha una scrittura scorrevole che rende la lettura molto leggera, tanto che non senti nemmeno le ore che passano o gli occhi che si stancano.  Mi è piaciuto molto il suo modo di scrivere e il lessico utilizzato. Sembrava proprio di sentire parlare degli adolescenti. Non c'è alcuna parola ricercata, il gergo è quello degli studenti del college, dei ragazzi giovani.  C'è qualche imprecazione ogni tanto, si nomina qualche parte genitale maschile, ma per il resto ha trovato dei termini per intendere determinate cose che ti fanno ridere. Ho passato metà libro a ridere da sola e assieme a loro. Mi immagino le risate che si sarà fatta la stessa Emma a scrivere il libro.
Bando alle ciance, di seguito vi lascio le informazioni riguardanti il libro e la recensione - che manca poco che vi faccio tutta qui.


TITOLO: Scommettiamo che ti faccio innamorare? (The Game, #1)
AUTRICE: Emma Hart
EDITORE: Fabbri
PREZZO EBOOK: € 6,99
DATA DI PUBBLICAZIONE: 18 Giugno 2015


Maddie ha odiato Braden al primo sguardo. Arrogante, sbruffone, dongiovanni: esattamente ciò che detesta. Certo, è bello e sexy da morire, ha sempre due otre ragazze che gli ronzano attorno, e chissà chi si crede di essere.
Si meritrebbe una bella lezione, qualcuna che lo faccia davvero innamorare. Così, quando le amiche la sfidano, Maddie accetta la scommessa: riuscirà a dargli quello che si merita? Anche Braden ha notato Maddie, e da subito; la ragazza non è niente male. Si dice che sia anche una tipa seria e con la testa sulle spalle, ma la sfida lo intriga: un mese per riuscire a portarsela a letto. In fondo, da quel punto di vista non ha mai avuto problemi. Comincia tutto così, per una scommessa. I due iniziano a frequentarsi, a studiare, a giocare. Poi, all'improvviso, la posta in gioco cambia: Braden non può fare a meno di provare qualcosa per la ragazza fragile che si nasconde dietro quegli occhioni verdi, e Maddie si accorge che, oltre i muscoli e ai sorrisi da seduttore, ci sono un cuore e dei sentimenti. Maddie e Braden si sono infilati in un mare di guai, perché adesso non conta più vincere o perdere. Adesso conta soltanto sentirsi vicini, essere parte l'uno dell'altro.


Recensione:
La trama mi ha subito incuriosita, appena l'ho letta mi sono detta "devo leggerlo, voglio vedere come va a finire" ed ora che l'ho finito posso dire che non mi ha affatto delusa - sebbene ci siano stati dei punti che mi hanno fatto storcere il naso ed alzare il sopracciglio stile seriamente?. Ma anche con questi piccoli difetti, il libro è bello.
Dimenticatevi dei personaggi dal passato tormentato, dai terribili segreti e dalla drammacità a mille. Dimenticatevi del classico bad-boy con uno stuolo di ragazze ai piedi che è orgoglioso d'avere, della ragazza timida e riservata che non alzerebbe mai la voce o non tirerebbe mai fuori le unghie. Braden è il classico californiano dagli occhi blu come il mare, capelli biondi, fisico scoplito e abbronzato ma ha una migliore amica per cui farebbe di tutto e che proteggerebbe con la sua stessa vita. Megan, questo è il suo nome, vuole bene a Braden come se fosse un fratello ed è questo che la spinge a sfidare Maddie.
Il libro si apre con il capitolo di Maddie, la protagonista, che è ad un party dove si trova anche Braden. Da qui inizia il tutto, lei che lo guarda - e pur ammettendo che è un bel ragazzo - snocciola immediatamente i motivi per cui non gli piace il suo comportamento. Braden è arrogante, sbruffone, un dongiovanni, incarna tutti i difetti che Maddie detesta in un uomo perché gli ricordano troppo qualcuno del suo passato.
Al party ci sono anche le amiche che un po' per divertimento e un po' per farla davvero pagare a Braden (e a tutti i ragazzi come lui) decidono di sfidare Maddie a farlo innamorare e poi scaricare. Nello stesso momento, a poca distanza, gli amici di Braden lo sfidano con la stessa moneta: deve fare innamorare Maddie, tanto da riuscire a portarla a letto, e poi lasciarla.
Inizia così, un po' per sfida, un po' per vendetta, il gioco fra i due. Nè l'uno nè l'altro sanno della scommessa che entrambi hanno fatto coi loro rispettivi amici o i piani che ci sono dietro, ma entrambi vogliono vincere. Hanno a disposizione un mese per far cadere nella trappola l'altro, trenta giorni dove devono giocarsi tutte le loro carte per riuscire a sedurre e far innamorare l'altro. Chi vincerà? O, meglio, chi perderà?
Nel corso della storia si scoprirà tanto sul passato di Maddie, su ciò che si è lasciata a Brooklyn quando è partita per la California, sul perché odia il comportamento di Braden con le ragazze. Non c'entra in alcun modo un ex o un ragazzo che l'ha fatta soffrire - non in quel modo, almeno. Maddie detesta Braden perché lui le ricorda il fratello e ciò che ha fatto alla sua migliore amica. Ma più tempo la ragazza passerà con Braden, più vedrà nel suo profondo e capirà che non è il ragazzo che si aspettava, che non assomiglia a suo fratello. Che Megan aveva ragione: sotto la corazza da arrogante, si nasconde un altro ragazzo; un ragazzo dolce e gentile, che sa ascoltare e consolare.
Il comportamento un po' ambiguo di Megan, di Lila e Ryan (fidanzati e amici dei due), mi ha fatto pensare ad un certo punto della storia che le due scommesse fossero collegate. Che fosse tutto frutto di un gioco per far innamorare i due ragazzi perché gli amici credono che stiano bene assieme.
Braden arriverà a provare qualcosa di molto forte nei confronti di Maddie tanto da non riuscire più a comprendere se stia facendo innamorare di sé la ragazza per la scommessa o per se stesso. Capisce che Megan ha ragione, che Maddie è la ragazza giusta per lui. E allo stesso tempo Maddie comprende che forse in gioco non c'è più in palio il cuore di Braden, ma il suo. Fino ad un certo punto del libro Maddie continua a ripetersi a se stessa che lei odia Braden, che lo detesta, che sta facendo tutto questo solo ed unicamente per vendetta, questo fatto mi è sembrato parecchio falso. Lei continua a ripeterselo e sembra proprio che debba convincere se stessa che non può provare dei sentimenti per Braden, che non è corretto verso Abby, che lei non vuole essere una delle ragazze scaricate da Braden.
Non vi dico come Braden e Maddie scoprono che dietro c'è una scommessa, vi dico solo che il modo in cui Braden l'ha scoperto mi ha fatto scoppiare a ridere dall'irrealità della cosa. Probabilmente l'autrice, arrivata a quel punto del libro, non sapeva come fare per far emergere la verità e ha scritto la prima cosa che le appariva logica. Spero sia così perché, sono seria, è un idiozia.
Maddie scoprirà della scommessa che Ryan e Aston (i due amici di Braden) hanno fatto e si arrabbirà molto perché penserà che tutto ciò che Braden ha provato nei suoi confronti fosse tutto opera di uno scherzo, che non ci ha mai tenuto a lei, che le lacrime che le ha asciugato e il comportamento che ha avuto facessero tutto parte della messinscena.
Entrambi capiranno che comunque sono andate le cose, ci hanno perso entrambi. Perché entrambi si sono innamorati e, ora, hanno il cuore spezzato.
Non vi dirò come andrà a finire la storia fra loro due perché, se vi incuriosisce la trama, dovete leggere.
L'unica pecca importante, se così vogliamo chiamarla, è la poca introspezione del libro. I due arrivano a comprendere che provano qualcosa ma il lettore non capisce bene il come. C'è poco approfondimento su questo punto; ma per il restante è un bel libro. Lo consiglio sopratutto se siete al mare e avete voglia di una lettura da ombrellone.

8 luglio 2015

Recensione | "Undercover - Nascosto nella notte" & "Otherside - Il coraggio degli outsider" di Samantha M. Swatt

Buona sera!
Prima con il post di WWW...Wednesday vi avevo avvertito che questa sera avrei pubblicato una recensione ma ho deciso diversamente. Per scusarmi del mancato appuntamento di ieri, questa sera avrete una recensione multipla. Quando ho iniziato la settimana delle recensioni vi avevo promesso (in pratica) che l'avrei rispettata ma ieri proprio non ce l'ho fatta, lettori. Domenica sono stata a Gardaland e sebbene mi sia spalmata su tutto quante le parti scoperte la crema solare 50 sono comunque riuscita a scottarmi spalle e parte superiore della schiena; ieri sono stata in giro tutto il giorno sotto il sole ed ho peggiorato la situazione, tanto che ieri sera faticavo a muovermi, in più il caldo era soffocante.
Comunque, la recensione verte su due racconti prequel di una trilogia che sto leggendo - e di cui sto aspettando l'ultimo libro - e che avrete senz'altro sentito parlare su questo blog. Di fatti una delle prime recensioni, se non addirittura la prima, era proprio sul primo libro. Vi sto parlando della serie d'esordio dell'autrice self italiana Samantha M. Swatt, ossia la The Different Worlds. (qui vi parlo di Underworld, primo libro della saga)

La serie è composta da tre libri principali più due intermezzi che trattano del pre college e, in alcuni racconti, anche del durante. 
Undercover - Nascosto nella notte è il primo intermezzo prequel, narrato dalle voci di sei protagonisti: Holly, Elizabeth, Adrian, Samuel, Trevor ed Alyssa. Mentre Otherside - Il coraggio degli outsider è dal punto di vista di Brian, Scarlett, David, Julian e Michael.
Insomma, Samantha ci dà una visuale completa dei nostri amati (o odiati) personaggi in diversi vesti. Perché se nel primo intermezzo il tema portante era il prom e come loro reagiscono ad esso, il secondo parla di temi trattati nei romanzi principali e di altri mai visti, ma di cui per alcuni si ha qualche accenno.
Se per il primo libro si può anche soprassedere dal leggere i libri principali - anche se è comunque consigliabile farlo per capire appieno di cosa trattano -, per quanto riguarda Otherside non si può sviluppare questo metodo. Perché vi chiederete voi, dato che si parla di prequel? Perché, come ho detto sopra, tratta argomenti che verranno esplicati in Underworld e in Otherworld e quindi c'è il rischio di anticiparsi delle cose o di non comprendere per esteso. 

Di seguito vi lascio le cover e le informazioni generali, dopodiché vi esporrò il mio pensiero. 


Undercover - Nascosto nella notte (Different Worlds, #1.5)
di Samantha M. Swatt
Self-publishing
€ 0,99 (ebook) 
Amazon | Goodreads
Uscito il 16 giugno 2014
Il ballo di fine anno è un importante rito di passaggio, specialmente per le classi dell'ultimo anno. Ed è così anche per Holly Williams, studentessa brillante in procinto di diplomarsi. Sa bene che il futuro la porterà lontano da Harrisburg, famiglia e amici, ma non è ancora pronta per pensarci. Quella notte vuole solo divertirsi, chiudendo con un sorriso un altro capitolo della sua vita. Al contrario, ad Hanover, Elisabeth Townsend non vede l'ora di lasciarsi alle spalle quella maledetta città, i suoi insopportabili abitanti e quell'odioso ballo a cui non voleva nemmeno presenziare. E, nello stesso istante, il nervoso Adrian Dewayne è alle prese con un cravattino molesto,a causa della fretta e dell'agitazione. Ma non è solo la classe del '92 ad essere in fermento, anche altro e in altri anni ragazzi e ragazze hanno assaporato il momento dell'attesa. A Dushore, il pacato Samuel Silver non vede l'ora di andare a prendere la sua dama. L'insicura Alyssa Marvel, anni più tardi a Pittsburg, dovrà superare la propria timidezza per aiutare un amico in difficoltà, mentre Trevor Clancy, a Easton, non vorrebbe sgretolare le illusioni della sua migliore amica ma, come dice il detto, al cuore non si comanda.
Il libro si apre con Holly che dà alcuni accenni sulla sua vita, sulla sua famiglia e sul futuro che le prospetta, ma soprattutto parlerà del futuro più prossimo: la serata del ballo studentesco. Per un adolescente americano il ballo di fine anno, soprattutto se si è senior, è un'argomentazione parecchio importante, sentita, vitale per la propria esistenza come umani e studenti. Ebbene, per Holly è lo stesso. Lei vuole andare al ballo, lo ha aspettato con fermento - tanto da prepararsi fin dal pomeriggio con la sua ex migliore amica! In questo suo capitolo si imparerà a conoscere in maniera più approfondita Holly, sebbene si sia già inquadrata nel primo romanzo (dopotutto la storia è dal suo punto di vista), ma il passato non è un arco temporale che viene trattato nei libri, sì, viene snocciolato qualcosa, ma non tutto quanto. Invece, in questo libro si parla sopratutto della vita che i protagonisti avevano prima di iniziare il college, prima di approdare al Caledon. Holly desidera andare al Caledon College non solo perché sarebbe una buona cosa per il suo futuro, perché ha una buona facoltà di giornalismo, ma anche perché significherebbe allontanarsi dalla sua vita e dalla cittadina che l'ha vista crescere. Quindi, dicevo, in questo primo capitolo vedremo come Holly si pone nei confronti del ballo, del suo ragazzo d'allora e di quello che pensava di provare verso di lui. Da un'elettrizzata Holly si passa ad una ben poco entusiasta Elizabeth. Beth che non ci tiene proprio ad andare al ballo, anzi se fosse per sua scelta non ci metterebbe mai piede. Beth, però, ha un migliore amico che è talmente fantastico da decidere che sarà lui ad accompagnarla, poiché lei ha mollato il suo accompagnatore. In questo capitolo verrà esplicato molto sul passato di Elizabeth, sulla sua famiglia, sui suoi progetti per un futuro al Caledon. Perché Elizabeth al Caledon College ci tiene davvero ad andarci, per scappare, per cambiare città, per andarsene da una città che non ha mai sentito come propria. Poi in questo suo capitolo verrà appresa una verità di cui non vi dirò nulla perché bisogna leggerla. Samuel e Adrian, due ragazzi all'apparenza cosi simili, con un passato molto vicino. Adrian che accompagnerà al ballo la sua migliore amica, la sua ragazza, la persona che sa bene di amare ma non abbastanza. Di Samuel vedremo il lato dolce, il lato protettivo ed un amore puro. Un incidente che scombinerà tutta la serata che si era preimpostato di regalare alla ragazza che gli ha rubato il cuore. Alyssa, la dolce, tenera e timida Alyssa, dovrà compiere una scelta che scombinerà il suo cuore, ma al contempo la aiuterà a comprendere un dono inatteso.


Otherside - Il coraggio degli outsider (Different Worlds, #2.5)
di Samantha M. Swatt
Self-publishing
€ 0,99 (ebook) 
Amazon | Goodreads
Uscito l'8 maggio 2015
Il passato è un macigno che grava da sempre sulle spalle degli esseri umani. Macchia il cuore e ne corrompe l'anima. Influenza il presente e rende il futuro una tremenda oasi incerta. È cosi per Brian Laurence, che deve fare i conti con un senso di colpa che lo dilania, oscurando tutto quello che la vita potrebbe offrirgli. Esattamente come Scarlett. Cresciuta nell'influente famiglia Draft, ha sempre vissuto nel lusso, consumandosi nel desiderio di ricevere affetto. Un sogno utopico che ha rinchiuso il suo cuore caldo in una corazza di ghiaccio gelido. David Thomson e Julian Leroy si conoscono sin dall'infanzia, e sanno che possono contare soltanto su loro stessi. Il mondo non accetta quello che non comprende, e la giovane età rischia di portare più danni che benefici. La morte prematura dei genitori, getta Michael Hunter in un labirinto tenebroso e senza fine.
Un castigo capace di destabilizzare chiunque, nascondendo alla vista e al cuore qualsiasi altra cosa. 

In questo secondo intermezzo vedremo la vita pre-college e durante - perché sì, Samantha ci dà una visuale di alcuni episodi che sono accaduti durante gli anni dell'istituto - di altri personaggi. Altri personaggio vuol dire altre visuali, altri passati, altre informazioni che serviranno a noi lettori a comprendere meglio certi loro atteggiamenti, certe propensioni caratteriali e certe azioni molto discutibili.
Vedremo degli strascichi del passato di Brian, della sua famiglia adottiva, del suo rapporto col fratello minore. Un ragazzo diverso, con una vita differente, che si pone nei confronti della propria potenzialità in maniera differente. Lo vedremo in più vesti e non solo in quella dello spocchioso ragazzo dalle ego grande quanto gli Stati Uniti d'America. Lo vedremo affrontare un senso di colpa che lo dilania dal suo interno, che non li fa dormire sogni tranquilli, che lo rende irrequieto e che lo porterà ad essere il ragazzo che conosceremo nel primo capitolo della trilogia. Conosceremo anche un po' sul passato di Scarlett, sulla sua famiglia, sui suoi vecchi amici e sul suo ragazzo; su ciò che era prima di mettere piede al college e su ciò che ha dovuto passare. Capiremo perché è quella che è. Perché lascia che tutti vedano solo la maschera che porta e non lasci che nessuno la attraversi e possa notare quanto effettivamente può essere una bella persona.
Leggeremo del rapporto tra David e Julian, su ciò che hanno passato quando vivevano nella stessa cittadina, la crescita della loro amicizia e l'evolversi del loro rapporto fino a divenire quasi fraterno. Sono stati l'uno la roccia dell'altro, si sono sostenuti in ogni occasione e quando c'era da essere contrari su qualcosa, lo ammettevano anche a costo di litigare. Leggeremo come si sono conosciuti David e Holly, come hanno iniziato ad essere amici, frequentarsi e poi fidanzarsi. L'autrice ci dono la possibilità di vedere attraverso gli occhi di David ciò che provava nei confronti di Holly, ciò che è successo e perché l'ha fatto. Fino ad arrivare all'ultimo racconto, fino ad arrivare a Michael.
Per le cose che sono successe in Otherworld non avevo una granché voglia di leggere di Michael, ma mi sono fatta coraggio e ho voltato la pagina. Ho aspettato due giorni tra Julian e Michael proprio perché non ero nelle condizioni adatte per leggere di lui.
Mi è piaciuta la sua parte. Mi è piaciuto conoscere la verità che si cela dietro a tutte le sue azioni e, sebbene ciò che penso di lui sia rimasto intatto, l'ho un poco rivalutato. Comprendo le sue scelte, questo non vuol dire che però le abbia accettate.
Tra tutti questi racconti mi è piaciuto di più quello di Brian, subito seguito da Scarlett. Sono due personaggi che adoro ed è stato proprio bello vederli senza le loro maschere, senza la barriera che hanno eretto per tenere lontano il mondo, per tenere lontano la sofferenza e tutto ciò che potrebbe causare un crollo; tuttavia, tenendo lontano l'esterno tengono lontano gli affetti e questo, per due persone come loro, non è affatto un bene.
Ma capirete di che parlo quando leggerete gli intermezzi. 


.....................................................................
Spero che questa doppia recensione vi sia piaciuta! 
A domani, 
Leen

WWW...Wednesday! #8

            
WWW…WEDNESDAY!
(Rubrica creata dal blog Should be Reading)
What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
What do you think you'll read next? (Cosa pensi di leggere in seguito?)


What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Scommettiamo che ti faccio innamorare?, Emma Hart

A dire la verità l'ho solo aperto e dato una sbirciatina al primo capitolo ma si può contare come se lo stia leggendo, no?
 
What did you recently finish reading? 
(Cosa hai appena finito di leggere?)
 


Quattro secondi per perderti, K. A. Tucker

E' il terzo delle serie "Dieci piccoli respiri", tutti quanti i libri sono auto conclusivi e sono narrati più o meno nello stesso periodo. I personaggi variano e sono della stessa cerchia di amici perciò tutti quelli precendenti e successivi si ritroveranno e si noterà l'evolversi della storia.

What do you think you’ll read next? 
(Cosa pensi di leggere in seguito?)
  


Freddo come la pietra, Jennifer L. Armentrout
Noi siamo grandi come la vita, Ava Dellaira

Freddo come la pietra è da mesi e mesi che aspetto che esca, soprattutto per come è finito il primo libro della trilogia. Chi l'ha letto sa perfettamente di cosa stia parlando. Invece, Noi siamo grandi come la vita l'ho trovato oggi in biblioteca quando sono andata a prendere dei libri per mia madre e mi son detta "perché no?" 

__________________________

Sono riuscita a recuperare l'appuntamento del Mercoledì e mi scuso profondamente per il salto dell'appuntamento recensione di ieri. Entro la serata vi pubblicherò una recensione!
E il vostro WWW...Wednesday com'è? Quali sono i libri che state leggendo, avete finito di leggere e leggerete in seguito? Parlatemene!

6 luglio 2015

Recensione: "Nemmeno in paradiso" di Chelsey Philpot

Buona sera!
Siete pronti a farvi inghiottire fra lo sfarzo, i fiumi di champagne, le feste strabilianti, nella casa della famiglia Buchacan? Conoscere ogni loro più piccolo e sordido segreto, ogni sfaccettatura delle loro maschere?   
Al fianco di Charlotte, detta Charlie, conoscerete tutto questo e anche di più. Vi innamorerete di loro e non riuscirete a lasciarli andare via. 




TITOLO: Nemmeno in paradiso
AUTRICE: Chelsey Philpot
EDITORE: DeAgostini
PREZZO: € 14,90
DATA DI PUBBLICAZIONE: 5 Maggio 2015

Charlotte Ryder sa già tutto sul conto di Julia Buchacan prima ancora di conoscerla. Prima ancora di doverla ospitare per una notte in camera sua, nel dormitorio del St. Anne College. I Buchacan sono il tipo di famiglia che non passa inosservata. Persino la preside Mulcaster è solita interrompere a metà un discorso per guardarli scendere, uno dopo l'altro, dalla loro lussuosa macchina nera. Per i Buchacan frequentare il St. Anne è come vivere in un acquario: tutti sanno tutto di loro. O almeno cosi crede Charlotte. Quello che non si aspetta, però, arrivando al St. Anne dal lontano New Hampshire, è di poter diventare la migliore amica di Julia Buchacan. Di essere inghiottita nel suo mondo abbagliante, fatto di feste ininterrotte, fiumi di champagne, appuntamenti notturni e incontri segreti. Un mondo in cui all'improvviso anche l'amore sembra a portata di mano. Perché quando Charlotte incontra Sebastian, il fratello di Julia, crede finalmente di avere tutto ciò che ha sempre desiderato. Presto però l'idillio si spezza. E davanti agli occhi di Charlotte si spalanca una tragedia. Un terribile segreto annidato dietro lo sfarzo che illumina le esistenze dei magnifici Buchacan... 

Recensione:
"Nemmeno in paradiso" l'ho letto più di un mese fa ed è da quando l'ho finito che sto cercando le parole per dire qualcosa a riguardo. Sono rimasta incollata alle pagine per finirlo perché volevo sapere come finisse quella storia, la storia della famiglia Buchacan. È un libro scritto bene anche se lo stile dell'autrice è lento e le informazioni date sono parecchio stringate. Ma, per una volta, la protagonista ha qualcosa di diverso. Arriva da una famiglia diversa dalle solite, ha carattere e simpatia, e non è collegata direttamente alle vicende di cui il libro narra. 
Charlotte, la protagonista, all'inizio della storia è ancora una ragazzina ma alla fine del romanzo la sua crescita interiore spicca. Pensa di sapere ogni cosa di Julia Buchacan perché lei e la sua famiglia sono sulla bocca di tutti. Scoprirà pian piano, conoscendola, che invece non sapeva nulla. Che tutto ciò che la scuola e il paese sanno su di loro è ciò che loro stessi mostrano, ma sotto c'è molto di più. Non è solo una famiglia devastata dalla perdita della figlia a seguito di un incidente stradale, ma è anche rotta al suo interno; una rottura che unisce. 
Charlie conosce Julia in un modo insolito e da quel brutto episodio diventano amiche. Julia la prende con sé come si farebbe con un cucciolo che ha bisogno di cure, affetto e protezione, e la lega a sé indissolubilmente. Charlotte fa con lei quello che sa fare meglio: ascoltare senza giudicare. E così si fa risucchiare nel suo mondo fra feste e casini vari, nella vita della famiglia Buchacan che la vede come la salvatrice della figlia. Julia ha assistito all'incidente della sorella e del fidanzato ed è l'unica sopravvissuta. Ma la ragazza non ne parla mai anzi si comporta come se esso non fosse mai accaduto e, per riflesso, anche la famiglia lo fa unicamente perché pensa che ciò giovi all'umore di Julia. 
Ma tutti in quella famiglia soffrono terribilmente. 
Fino a metà del libro la storia narrata parla sostanzialmente di Charlie che sta accanto come può a Julia, della protagonista che conosce la famiglia e che se ne innamora perdutamente - così come la sottoscritta -, del suo allontanamento dalle amiche di sempre perché non capiscono e comprendono le sue scelte e dal sentimento che nasce pian piano fra la protagonista e Sebastian. 
Sebastian è il fratello di Julia ed è un personaggio maschile che ho adorato immensamente. Così differente da tutti gli altri ragazzi che si leggono, goffo, dolce, simpatico, un portatore di casini a catena. Lui e Julia si assomigliano molto e Charlotte con loro accanto si sente perfetta, in pace, nel posto in cui dovrebbe essere. 
Da metà fino alla fine Charlotte inizia a capire che in quella famiglia c'è qualcosa di troppo perfetto, che storpia, che ti fa sentire una puzza lieve di bruciato. Che dietro ai comportamenti ambigui di Julia c'è molto di più di quel che si pensa, che i suoi silenzi sono assordanti. Inizia così ad indagare un po' per conto suo, un po' aiutata da un'amica inaspettata finché la verità di tutto non le si paleserà davanti agli occhi.
Mi è piaciuto molto questo libro dalla prima fino all'ultima pagina, gli intrighi, i misteri, le verità taciute che urlano per essere ascoltate; l'unica pecca è il finale. Troppo aperto.
Un libro così aveva bisogno di un finale ben delineato, bello o brutto che fosse ne aveva bisogno. 

5 luglio 2015

Recensione: "Un'estate contro" di Katie McGarry

Nuovo giorno, nuova recensione. Non ve l'aspettavate, eh? Non credevate che ce l'avrei fatta. Invece, siamo a quota quattro. Mancano solo tre giorni poi posso darmi nuovamente a nascondino. No, sto scherzando, ho tanti libri che aspettano solo di essere recensiti. Non preoccupatevi. 


TITOLO: Un'estate contro (Pushing the limits, #1.5)
AUTRICE: Katie McGarry
EDITORE: DeAgostini
PREZZO: € 14,90
DATA DI PUBBLICAZIONE: 9 Giugno 2015

Sono passati due mesi da quando Echo e Noah hanno deciso di lasciarsi tutto alle spalle e partire per un viaggio. Un viaggio pieno di sogni e di speranze, lungo un'estate.
Prima di partire Echo si era prefissata due obbiettivi. Primo: dimostrare a tutti di avere un vero, inconfondibile talento per l'arte. Secondo: esplorare sotto ogni aspetto la relazione con Noah. Ma entrambi i propositi si sono preso rivelati più difficili del previsto. E ora, a una settimana dalla fine della vacanza, Echo non si sente affatto cambiata: è ancora la stessa ragazza insicura e tormentata di sempre.
Anche Noah aveva un sogno da realizzare durante l'estate: diventare l'uomo perfetto per Echo. Per riuscirci era pronto a tutto, anche a mettere fine alla fama di cattivo ragazzo. Ma l'incontro con Mia, una sua ex convinta che la storia con Echo sia solo una parentesi momentanea, mette a dura prova tutte le sue buone intenzioni...
L'amore e la fiducia basteranno ai due ragazzi per superare le nuove prove che li aspettano?



Recensione:
Ho iniziato a leggere un'Estate contro un po' controvoglia data la trama che si presentava. Diciamo la verità, il finale di Oltre i limiti mi piaceva così com'era sebbene fosse aperto ad ogni possibilità di un continuo - e non mi sarebbe mai affatto dispiaciuta l'idea di leggere qualcosa ancora su di loro -, in più non avevo idea che ci fosse un seguito finché qualche settimana fa non me lo sono trovata davanti. Quindi potete chiaramente immaginare la mia espressione facciale e le mie emozioni. Ero un mix fra la gioia profonda, con tanti di urletti isterici, e il timore più nero. 
Il romanzo si colloca a due mesi dalla fine della scuola, durante l'estate del senior year prima di iniziare le lezione al college; quindi, fra la fine del primo e l'inizio del secondo. E sebbene il secondo libro l'avessi già letto e avessi ritrovato anche lì Echo e Noah, anche se per pochi attimi, non mi andava a genio comunque la situazione. Ma iniziata la storia non sono più riuscita a staccarmene finché non l'ho finito. 
I miei timori hanno trovato delle basi solide, ma per fortuna anche dei fattori che li hanno attenuati. Sono sempre loro, sono sempre i protagonisti che ho adorato, la stessa Echo con le sue insicurezze e le sue ambizioni, lo stesso Noah con i suoi casini e il suo amore quasi venereo nei confronti della sua piccola sirena. 
Mi è piaciuto questo intermezzo. Mi sono piaciuti i temi di cui tratta e le questioni che chiarisce una volta per tutte. Sia Echo che Noah, già maturati nel corso del primo libro, diventano quasi degli adulti in questo. 
[se non avete ancora letto il primo libro, vi avviso che da qui iniziano degli spoiler]
Alla fine del primo libro avevamo lasciato i protagonisti che stavano cercando di rimettere ordine alla propria vita dopo le rivelazioni che hanno scatenato il caos. Echo ha ritrovato i ricordi della notte più terribile della sua vita mentre Noah ha compreso che non è ancora pronto a fare il genitore. Che non è pronto a prendersi cura di se stesso e di loro, che stanno bene con la famiglia affidataria con cui stanno vivendo; che se anche questo gli ha spezzato il cuore in mille frammenti, è giusto così. È giusto dare un'infanzia ai suoi fratelli e non privarli di due figure genitoriali che possono educarli come lui non riuscirebbe perché non è ancora pronto. 
Li ritroviamo in un viaggio lungo un'estate. Un viaggio on the road per l'America alla ricerca di loro stessi, divisi e insieme, nella spensieratezza che contraddistingue ogni adolescente, nella speranza di riuscire a rimettere insieme i cocci della propria vita e stare finalmente bene. Echo ha deciso finalmente di vendere i suoi quadri e viaggia di mostra in mostra per venderli e farsi conoscere, Noah è partito per stare al suo fianco. Li vedremo cresciuti sotto più punti di vista, maturati e innamorati come non mai. 
Il mio cuore ha palpitato per la dolcezza di Noah Hutchins, per il suo amore per Echo, per ciò che è disposto a fare per farla stare al sicuro, per renderla felice ed orgogliosa di avere scelto di avere lui al suo fianco. 
Stanno trascorrendo l'estate migliore della loro vita con la persona che amano, insieme ovunque, a divertirsi come due normali adolescenti dovrebbero fare senza alcun problema al mondo. Sono partiti e hanno deciso di conoscersi più a fondo, di amarsi più a profondamente, di arrivare ad un livello di sentimenti che, pagina dopo pagina, mi ha stregata sempre di più e mi ha fatto diventare gli occhi a cuore per loro. 

“Gli gettai le braccia la collo, e in qualche modo finimmo a rotolare tutti e due per terra. 

Io sopra. Lui sotto. 
Come sempre, Noah era il mio porto sicuro sui cui approdare.”

Ma i problemi sono dietro l'angolo, pronti ad uscire e prendere la rivincita per aver atteso tanto a lungo. Ad una settimana dalla fine del loro viaggio, il libro inizia a tingersi di altri colori e di altre emozioni: il dolore, prima fra tutte. Iniziano i dissidi, le incomprensioni e le discussioni che li porteranno a respingersi. 
I loro demoni non sono stati sconfitti, sono semplicemente stati assopiti dentro di loro per tutto questo tempo ed ora è giunto finalmente il momento di scontrarsi con essi. 
Echo dovrà imparare a convivere con quella che è ora, con i ricordi che si porta dentro e con la verità che giace impressa nella sua mente. Deve imparare a convivere con le sue cicatrici - non solo quelle visibili sulle braccia ma anche quelle che si porta dentro, nell'anima - e fregarsene dei commenti o degli sguardi che le vengono attribuiti da chi non comprende. Deve convivere con le azioni che sua madre (e suo padre) hanno compiuto; con il dolore per la morte del fratello che si porta dentro e che le fa sanguinare il cuore senza possibilità di essere curato. Deve imparare a diventare più forte dei suoi demoni ed abbatterli una volta per tutte. 
Noah, alla fine del primo libro, ha scoperto che sua madre aveva dei parenti ancora in vita. Che una parte della sua famiglia esiste ancora ed è da qualche parte là fuori, che sua madre ha mentito per tutta la vita e che i suoi nonni materni hanno lottato con i legali per ottenere la piena adozione dei suoi fratelli e che ora cercano lui. Ma se sua madre è scappata dalla sua famiglia quando era solo una ragazzina un motivo di fondo ci sarà, giusto? C'è. Un perché c'è. Noah, con la rabbia verso sua madre per avergli mentito, la scopre e il suo atteggiamento cambia. 
In questo libro dovrà diventare l'uomo che vuole essere per potersi prendere cura dei suoi fratelli, per essere un fratello maggiore esemplare, per diventare l'uomo di cui Echo ha bisogno e che deve avere accanto. Deve superare il senso di colpa che è il fuoco che gli è bruciato dentro per tutti questi anni. Deve arrivare a capire che cosa vuole davvero, chi vuole essere nel suo futuro, se vuole essere o no un'architetto come il padre; se questa è la strada giusta per lui. 

“Mi caricai in spalla il borsone e salì sull'autobus, camminando con una sicurezza che non avevo mai provato pensando a noi due. Una volta seduto, schiacciai la mano sul finestrino e lei tese la sua. Un giorno saremmo tornati lì. Forse lei sarebbe stata un'artista. Forse no. Forse io sarei stato un architetto. Forse no. Quello che sapevo con certezza era che Echo sarebbe stata al mio fianco e che il nostro amore sarebbe durato per sempre.”

Le tematiche di questo intermezzo sono differenti da quelle dei libri di tutta la saga - quelli letti fin'ora, almeno. Il libro presenta temi più maturi, vicende più responsabili, pensieri e azioni che si devono compiere per fare il passaggio tradizionale da adolescenza ad età adulta. È forse l'unico libro di questa saga ad affrontare questo tipo di tematiche ed è questo che lo rende strabiliante. 
Il viaggio va affrontato al loro fianco fra hotel, campeggi, tende, spazi aperti in cui amoreggiare, divertirsi e mettersi alla prova. 
La McGarry questa volta ha dato il meglio di sé. Con i POV alternati è riuscita a mischiare felicità, dramma, tristezza, ad altri momenti in cui percepisci attraverso l'inchiostro l'amore che lega i due. 
Ho riso e pianto con loro, ho provato un dolore intenso al petto quando Echo e Noah stavano male e le lacrime che mi hanno pizzicato gli occhi quando i sentimenti provati doveva straripare da me. 
Se vi siete innamorati della ragazza dagli occhi verdi, i capelli rossi e il sorriso da sirena, se avete amato il ragazzo sfacciato che porta dentro una dolcezza imprevista, se vi siete innamorati della loro storia in “Oltre i limiti”, questo è il libro che fa per voi. Dovete leggerlo. 

________________________________


Questo è un vero e proprio libro, ma il mio cervellino si rifiuta di collocarlo come tale. Per me è un intermezzo, una storia che si colloca fra la fine del primo e l'inizio del secondo. Una storia che potrebbe essere presa perfettamente come a sé stante, ma che si arricchisce solo grazie ai vari riferimenti del primo libro e alle anticipazioni che dà del secondo - anteprime che si comprendono solo se il secondo libro lo si ha letto. 
(oh, mi sono dimenticata, Beth e Isaiah faranno loro una visitina mentre sono in Colorado e ne vedremo delle belle. Soprattutto, per quanto riguarda il rapporto Beth-Echo/Isaiah-Echo)
A domani, lettori!