9 luglio 2015

Recensione: "Scommettiamo che ti faccio innamorare?" di Emma Hart

Recensione
Buona sera, lettori!
Qui da me il caldo continua e nemmeno una nuvola di pioggia si vede all'orizzonte. Spero che questo caldo non regga fino a Settembre ma che ci siano delle giornate un po' meno soffocanti, altrimenti non riuscirò a fare nulla. Già solo alzarsi dal letto è un'impresa! E' in giorni come questi che mi piacerebbe vivere vicino al mare. Per fortuna, ogni tanto, un leggero venticello c'è.
Comunque, quest'oggi vi recensirò un libro che è uscito da poco. Siete felici?
Scommettiamo che ti faccio innamorare? è il primo libro della saga The Game di Emma Hart.
L'ho iniziato ieri sera e l'ho finito praticamente poche ore dopo. Emma ha una scrittura scorrevole che rende la lettura molto leggera, tanto che non senti nemmeno le ore che passano o gli occhi che si stancano.  Mi è piaciuto molto il suo modo di scrivere e il lessico utilizzato. Sembrava proprio di sentire parlare degli adolescenti. Non c'è alcuna parola ricercata, il gergo è quello degli studenti del college, dei ragazzi giovani.  C'è qualche imprecazione ogni tanto, si nomina qualche parte genitale maschile, ma per il resto ha trovato dei termini per intendere determinate cose che ti fanno ridere. Ho passato metà libro a ridere da sola e assieme a loro. Mi immagino le risate che si sarà fatta la stessa Emma a scrivere il libro.
Bando alle ciance, di seguito vi lascio le informazioni riguardanti il libro e la recensione - che manca poco che vi faccio tutta qui.


TITOLO: Scommettiamo che ti faccio innamorare? (The Game, #1)
AUTRICE: Emma Hart
EDITORE: Fabbri
PREZZO EBOOK: € 6,99
DATA DI PUBBLICAZIONE: 18 Giugno 2015


Maddie ha odiato Braden al primo sguardo. Arrogante, sbruffone, dongiovanni: esattamente ciò che detesta. Certo, è bello e sexy da morire, ha sempre due otre ragazze che gli ronzano attorno, e chissà chi si crede di essere.
Si meritrebbe una bella lezione, qualcuna che lo faccia davvero innamorare. Così, quando le amiche la sfidano, Maddie accetta la scommessa: riuscirà a dargli quello che si merita? Anche Braden ha notato Maddie, e da subito; la ragazza non è niente male. Si dice che sia anche una tipa seria e con la testa sulle spalle, ma la sfida lo intriga: un mese per riuscire a portarsela a letto. In fondo, da quel punto di vista non ha mai avuto problemi. Comincia tutto così, per una scommessa. I due iniziano a frequentarsi, a studiare, a giocare. Poi, all'improvviso, la posta in gioco cambia: Braden non può fare a meno di provare qualcosa per la ragazza fragile che si nasconde dietro quegli occhioni verdi, e Maddie si accorge che, oltre i muscoli e ai sorrisi da seduttore, ci sono un cuore e dei sentimenti. Maddie e Braden si sono infilati in un mare di guai, perché adesso non conta più vincere o perdere. Adesso conta soltanto sentirsi vicini, essere parte l'uno dell'altro.


Recensione:
La trama mi ha subito incuriosita, appena l'ho letta mi sono detta "devo leggerlo, voglio vedere come va a finire" ed ora che l'ho finito posso dire che non mi ha affatto delusa - sebbene ci siano stati dei punti che mi hanno fatto storcere il naso ed alzare il sopracciglio stile seriamente?. Ma anche con questi piccoli difetti, il libro è bello.
Dimenticatevi dei personaggi dal passato tormentato, dai terribili segreti e dalla drammacità a mille. Dimenticatevi del classico bad-boy con uno stuolo di ragazze ai piedi che è orgoglioso d'avere, della ragazza timida e riservata che non alzerebbe mai la voce o non tirerebbe mai fuori le unghie. Braden è il classico californiano dagli occhi blu come il mare, capelli biondi, fisico scoplito e abbronzato ma ha una migliore amica per cui farebbe di tutto e che proteggerebbe con la sua stessa vita. Megan, questo è il suo nome, vuole bene a Braden come se fosse un fratello ed è questo che la spinge a sfidare Maddie.
Il libro si apre con il capitolo di Maddie, la protagonista, che è ad un party dove si trova anche Braden. Da qui inizia il tutto, lei che lo guarda - e pur ammettendo che è un bel ragazzo - snocciola immediatamente i motivi per cui non gli piace il suo comportamento. Braden è arrogante, sbruffone, un dongiovanni, incarna tutti i difetti che Maddie detesta in un uomo perché gli ricordano troppo qualcuno del suo passato.
Al party ci sono anche le amiche che un po' per divertimento e un po' per farla davvero pagare a Braden (e a tutti i ragazzi come lui) decidono di sfidare Maddie a farlo innamorare e poi scaricare. Nello stesso momento, a poca distanza, gli amici di Braden lo sfidano con la stessa moneta: deve fare innamorare Maddie, tanto da riuscire a portarla a letto, e poi lasciarla.
Inizia così, un po' per sfida, un po' per vendetta, il gioco fra i due. Nè l'uno nè l'altro sanno della scommessa che entrambi hanno fatto coi loro rispettivi amici o i piani che ci sono dietro, ma entrambi vogliono vincere. Hanno a disposizione un mese per far cadere nella trappola l'altro, trenta giorni dove devono giocarsi tutte le loro carte per riuscire a sedurre e far innamorare l'altro. Chi vincerà? O, meglio, chi perderà?
Nel corso della storia si scoprirà tanto sul passato di Maddie, su ciò che si è lasciata a Brooklyn quando è partita per la California, sul perché odia il comportamento di Braden con le ragazze. Non c'entra in alcun modo un ex o un ragazzo che l'ha fatta soffrire - non in quel modo, almeno. Maddie detesta Braden perché lui le ricorda il fratello e ciò che ha fatto alla sua migliore amica. Ma più tempo la ragazza passerà con Braden, più vedrà nel suo profondo e capirà che non è il ragazzo che si aspettava, che non assomiglia a suo fratello. Che Megan aveva ragione: sotto la corazza da arrogante, si nasconde un altro ragazzo; un ragazzo dolce e gentile, che sa ascoltare e consolare.
Il comportamento un po' ambiguo di Megan, di Lila e Ryan (fidanzati e amici dei due), mi ha fatto pensare ad un certo punto della storia che le due scommesse fossero collegate. Che fosse tutto frutto di un gioco per far innamorare i due ragazzi perché gli amici credono che stiano bene assieme.
Braden arriverà a provare qualcosa di molto forte nei confronti di Maddie tanto da non riuscire più a comprendere se stia facendo innamorare di sé la ragazza per la scommessa o per se stesso. Capisce che Megan ha ragione, che Maddie è la ragazza giusta per lui. E allo stesso tempo Maddie comprende che forse in gioco non c'è più in palio il cuore di Braden, ma il suo. Fino ad un certo punto del libro Maddie continua a ripetersi a se stessa che lei odia Braden, che lo detesta, che sta facendo tutto questo solo ed unicamente per vendetta, questo fatto mi è sembrato parecchio falso. Lei continua a ripeterselo e sembra proprio che debba convincere se stessa che non può provare dei sentimenti per Braden, che non è corretto verso Abby, che lei non vuole essere una delle ragazze scaricate da Braden.
Non vi dico come Braden e Maddie scoprono che dietro c'è una scommessa, vi dico solo che il modo in cui Braden l'ha scoperto mi ha fatto scoppiare a ridere dall'irrealità della cosa. Probabilmente l'autrice, arrivata a quel punto del libro, non sapeva come fare per far emergere la verità e ha scritto la prima cosa che le appariva logica. Spero sia così perché, sono seria, è un idiozia.
Maddie scoprirà della scommessa che Ryan e Aston (i due amici di Braden) hanno fatto e si arrabbirà molto perché penserà che tutto ciò che Braden ha provato nei suoi confronti fosse tutto opera di uno scherzo, che non ci ha mai tenuto a lei, che le lacrime che le ha asciugato e il comportamento che ha avuto facessero tutto parte della messinscena.
Entrambi capiranno che comunque sono andate le cose, ci hanno perso entrambi. Perché entrambi si sono innamorati e, ora, hanno il cuore spezzato.
Non vi dirò come andrà a finire la storia fra loro due perché, se vi incuriosisce la trama, dovete leggere.
L'unica pecca importante, se così vogliamo chiamarla, è la poca introspezione del libro. I due arrivano a comprendere che provano qualcosa ma il lettore non capisce bene il come. C'è poco approfondimento su questo punto; ma per il restante è un bel libro. Lo consiglio sopratutto se siete al mare e avete voglia di una lettura da ombrellone.

Nessun commento:

Posta un commento