18 dicembre 2015

Recensione: "Here" di Rory Scorpiniti

Buona sera, lettori.
Dopo quasi un mese torno finalmente con una recensione. In questo periodo non ho molto tempo disponibile perché sto preparando degli esami universitari, non è una giustificazione è semplicemente la realtà della mia assenza.
Durante le vacanze natalizie spero di rilassarmi un po' e di sistemare anche un po' questo posticino. Comunque, oggi sono qui per parlarvi della storia d'amore tormentata e sofferta (molto sofferta!) fra James ed Ella; i due protagonisti di Here, il romanzo d'esordio di Rory Scorpiniti.
Prima di scrivere il mio pensiero a riguardo devo avvertirvi che il romanzo non è autoconclusivo. Perciò prima di iniziare la lettura armatevi di molta pazienza e tenete a distanza qualunque cosa possa essere dannosa. Soprattutto se è una lama affilata!


TITOLO: Here
AUTRICE: Rory Scorpiniti
EDITORE: Amazon
PREZZO EBOOK: € 2,99
PREZZO CARTACEO: € 12,48
DATA DI PUBBLICAZIONE: 14 Dicembre 2015

James è tornato a Londra e non ha voglia di pensare al futuro. Il giorno dorme, la sera esce con gli amici e si diverte a conquistare le ragazze con i suoi grandi occhi blu. Ella gli occhi li ha uguali ai suoi, ma non vuole essere conquistata. Non concepiscono nemmeno l' amore nello stesso modo: lei s'innamora di frammenti di vita, lui vive di colpi di fulmine. James ha visto il mondo negli occhi di tante donne, le ha sentite sulla pelle, Ella ne ha amato uno solo. Eppure, l' universo ha voluto farli incontrare, e nel momento stesso in cui i loro sguardi si incastrano sanno di non aver scelta

Recensione:
Quando settimana scorsa Rory mi ha contattata, chiedendomi una segnalazione e una recensione veritiera del suo romanzo, sono stata felicissima ed emozionata. Quando un autore ti chiede qualcosa connesso al suo lavoro è sempre un'emozione ed essendo stata questa la prima volta, potete immaginare il mio sorriso. Teoricamente avrei dovuto pubblicare questa recensione prima che il libro venisse pubblicato da Amazon ma, come vi ho detto, nell'ultima settimana ho letto un solo libro.

Come succede molto spesso ultimamente, Here è nato come una fanfiction sull'attore Jamie Campbell Bower (Jace Herondale del film Shadowhunters, per intenderci) ed è letteralmente spopolato su Wattpad. Wattpad è un po' come efp se cerchi bene trovi delle piccole perle.
La storia si apre con Ella che, dopo aver scoperto il suo ragazzo con un'altra, deve trovare un posto dove dormire. David, il ragazzo della sua migliore amica, le offre una stanza di casa sua. Peccato solo che abiti con altri due coinquilini e la mattina dopo Ella si ritrova davanti il ragazzo che la sera prima ha tentato di abbordarla. James è sopreso quanto lei della piega che sta prendendo la sua giornata ma lo dà a vedere molto meno rispetto alla ragazza.
Da un primo incontro molto... bagnato, ad un secondo piuttosto imbarazzante, il rapporto fra i due cresce sempre di più. Passano dall'essere semplici confidenti al qualcosa di più.
Entrambi sono stati divorati da uno di quegli amori che ti consumano fin dentro l'anima, che ti spezzano le ossa, che ti lasciano morente sul ciglio della strada a chiederti che cosa hai fatto di male in una vita passata. Entrambi, però, hanno avuto la forza di rialzarsi e di rimettersi in gioco. Ci hanno impiegato del tempo e mentre James riemerge dal dolore uscendo tutte le sere per locali e tornando con donne diverse, Ella rimette insieme i cocci della sua esistenza continuando a sperare che il principe azzurro spunti da dietro l'angolo. 
Pur essendo due personaggi già visti in molti altri romance contemporanei, i due sono originali a modo proprio. James appare come il classico bad-boy, tatuato, con un sorriso che mozza il fiato, occhi che stregano, battutine taglienti, carattere scontroso, frecciatine pungenti e una corazza di cemento armato; ma è molto molto di più. E' un ragazzo fragile, dolce, insicuro, che quando si fissa un obiettivo ci mette tutto se stesso per raggiungerlo.
Pur avendone passate di cotte e di crude, Ella non si è mai lasciata scoraggiare del tutto. Lei non è affatto una protagonista fragile, da accarezzare piano per il timore che si rompa, da trattare con i guanti. Ella ha una forza e un coraggio e una determinazione che fanno invidia. Dopo essere uscita da una storia d'amore finita malissimo, dopo essere stata tradita dal ragazzo con cui era andata a convivere, con la consapevolezza di essere un'insicura cronica, tenta di mollare tutte le sue insicurezze e di buttarsi dentro ad una storia che potrebbe essere la sua condanna o la sua salvezza.

Solo ora mi risalta all'occhio, sul suo petto,
sulla parte sinistra all'altezza del cuore uno dei suoi tatuaggi.
E' una scritta non troppo grande ma nemmeno piccola: Here.
[...]
- Beh possono essere tante cose - risponde a mezza voce. -
Per esempio mi ricorda di vivere sempre ogni momento,
oppure può essere una bacio rubato, noi due in questo istante...
Here è un attimo fermato. -

Ciò che mi è piaciuto tantissimo della storia fra Ella e James è che si è concretizzata in maniera molto graduale, passo dopo passo, pagina dopo pagina. Ho apprezzato molto la coerenza iniziale di Ella - il suo distaccamento emotivo da James -, così come mi è piaciuto il modo in cui il ragazzo si è insinuato con forza nella sua vita, indifferente a tutti i rifiuti della ragazza. Ciò che non mi è piaciuto affatto sono stati i continui tira e molla. Sono stati esasperanti. Ogni rottura ha toccato il punto giusto e aveva un senso, davvero, ma allo stesso tempo non lo aveva affatto. Mi sarebbe piaciuto che i due avessero lottato prima e che avessero affontato ogni fraintendimento. Insomma che fossero stati un poco più maturi.
Mi sono piaciuti anche i vari personaggi secondari che non sono rimasti affatto sullo sfondo ma sono stati parte integrante del romanzo e della storia d'amore. Ho adorato Arya, la migliore amica di Ella, con i suoi modi esuberanti; Isabelle e Nina e infine Nick il cognato. Su quest'ultimo avrei tantissime cose da dire, peccato che mi devo trattenere.
Mi sono piaciuti tantissimo anche i vari riferimenti a The vampire diaries, a Elena e a Damon (che sono uno degli emblemi di amori difficili e tormentati(nella narrativa di oggi)).
Mi sono piaciute tante cose di questo libro e altre no, ma il finale mi ha completamente spiazzata. Odio quel finale. Lo detesto con ogni fibra del mio corpo. Spero vivamente che Rory si muova a finire il secondo libro perché voglio leggere il continuo.
Una parte integrante dell'intera storia è la musica. James è il frontman di una band mentre Ella è un talento al piano; l'amore per questa arte li unisce come solo la musica sa fare.

Mi piacciono le persone che suonano. Nelle note, nella musica...non ci sono bugie.
 

Lo stile di Rory è diretto e semplice. E' stata in grado di dare un background interessante ad ogni personaggio, non solo ai primari, che hanno un'introspezione favolosa.
In conclusione posso dirvi che questo libro avrà anche qualche suo difetto, ma sono i difetti a rendere vere le cose. Il mio consiglio è di leggerlo perché è un bel libro e perché Londra diventa un po' più magica al suo interno.


     
_________________________


Cosa ne pensate della recensione? Ditemelo nei commenti.
A presto. 

Nessun commento:

Posta un commento