7 marzo 2016

Recensione [in anteprima]: "Perfect" di Allison G. Bailey


Buon giorno e buon inizio settimana, lettori! Come state? Come è andato il vostro week-end? Il mio fine settimana è stato un po' così, fra pioggia e cattivo umore. Quest'oggi sono qui per parlarvi di un nuovo romanzo che arriverà domani fra gli scaffali delle librerie. Sto parlando di Perfect, il romanzo d'esordio di Allison G. Bailey. 

Qui di seguito troverete tutte le informazioni e la recensione. 


TITOLO: Perfect. La perfezione di un attimo (Perfect, #1)
AUTRICE: Allison G. Bailey 
EDITORE: 
De Agostini
PREZZO: 
 €  1,99 (primo giorno) € 6, 99 (ebook) € 14,90 (cartaceo)
IN USCITA DOMANI, 8 MARZO 2016


Commovente come Colpa delle stelle, sexy come After
Può la vera felicità durare più di un attimo? È quello che si domanda Amanda, diciotto anni e una vita di insicurezze, quando decide di rifiutare con ostinazione l’amore di Noah. Noah che è il suo migliore amico, la sua anima gemella, il suo cavaliere dall’armatura scintillante. Amanda sa che Noah potrebbe renderla felice, immensamente felice, ma sa anche che tanta felicità potrebbe non durare. E perdere Noah le spezzerebbe il cuore. Ecco perché preferisce rinunciare a lui, e all’illusione di un momento, piuttosto che vivere con il rimpianto di averlo perso per sempre. Per molto tempo Amanda e Noah si rincorrono, soffocando la passione che li divora, gettandosi a capofitto in storie sbagliate e avventure di una notte. Ma quando un tragico evento sconvolge la vita di Amanda, le cose cambiano. Costretta a lottare con tutte le proprie forze per ricominciare, la ragazza capisce che al mondo non esiste dono più prezioso di ogni singolo istante in cui possiamo respirare, correre, ridere e… amare. E si rende conto di non avere più nemmeno un secondo da sprecare. Perché, a volte, un solo attimo di felicità vale più di una vita intera. 
Recensione:


La prima volta che ho letto la trama di Perfect me ne sono innamorata e già pregustavo la lettura con molta curiosità. Grazie alla De Agostini ho potuto leggere il romanzo in anteprima e non avete idea di quanto sono stata felice di poterlo fare perché lo aspettavo con molta ansia - positiva, naturalmente.  L'ho iniziato e finito in un soffio, nel giro di qualche ora, l'ho letteralmente divorato. Mi sono presa tutto ieri per metabolizzare il libro e per poter mettere giù qualcosa di coerente. Pur sapendo che cosa dirvi però non so come iniziare...
Amanda e Noah. Noah e Amanda. Sempre insieme, sempre uniti, sempre amici. Dove c'è l'uno, c'è immancabilmente l'altra. Fin dalle prime pagine veniamo inghiottiti nei ricordi di Amanda. Scopriamo che non solo sono nati lo stesso giorno, nel medesimo ospedale, ad un minuto di distanza, ma scopriamo anche che abitano nello stesso isolato. I due sono sempre stati insieme, l'uno al fianco dell'altra, a sostenersi, a prendersi cura dell'altro, nel bene e nel male, sono sempre stati uniti. Pagina dopo pagina veniamo a conoscenza di alcuni momenti che ci fanno comprendere quanto la loro amicizia sia qualcosa di incredibilmente speciale.
Tutto quanto è parecchio rose e fiori finché non arriva qualcosa che nessuno aveva previsto. Amanda e Noah iniziano a guardarsi con occhi diversi. Ma se la prima da la colpa agli ormoni, il secondo capisce subito che il punto è un altro. E così inizia la vera parte della storia, questa prima parte mi ha fatto sinceramente disperare e mi ha portato a chiedermi più volte dove diavolo volesse andare a parare l'autrice.
Noah è molto sincero e molto diretto. Dice subito ciò che prova per Amanda ad Amanda stessa e che vuole portare la loro relazione su un piano superiore. Amanda, invece, pur provando dei sentimenti contrastanti, crede fermamente che non sia una buona idea; il loro rapporto è perfetto così com'è, una relazione amorosa potrebbe rovinare tutto quanto. 



"Il tuo mondo può cambiare in un attimo, quando inizia a guardare qualcuno con occhi altrui. "

Per capire le scelte di Amanda bisogna prima comprendere lei stessa. Amanda è una ragazza parecchio insicura, con un autostima che rasenta lo zero, molto razionale e che ricerca in tutto ciò che fa la perfezione. Lei vorrebbe essere perfetta ma sa di non esserlo. Non è come sua sorella Emily. Lei non è bella, sicura, atletica, intelligente. Amanda non è nulla di tutto ciò. Mentre Noah lo è. Lui è perfetto. Lui è adorabile, sincero, simpatico, bello, sportivo. Ed il loro rapporto, la loro amicizia, è la sola cosa nella vita di Amanda ad avere un senso e ad assere perfetta (sì, sto ripetendo un po' troppo questo termine).
Amanda sa benissimo che ciò che prova per il suo migliore amico va al di là di una semplice amicizia, che è qualcosa di molto più potente, ma lo soffoca. Cerca di sopprimere ogni sentimento per il bene della loro amicizia. Perché Noah ha bisogno di qualcuno di perfetto accanto a sé e lei non lo è.
Inizialmente Noah capisce Amanda. Inizialmente è un ragazzo veramente paziente. Comprende che Amanda non vuole ancora fare quel passo perché è un qualcosa di importante, capisce che non ha ancora accettato che quei sentimenti sono delle vere emozioni. All'inizio riescono a far quadrare le cose, ad essere amici come sempre, ma poi... ve lo lascerò scoprire a voi.
All'inizio del romanzo ho trovato parecchio irritabile Amanda. Oddio, capisco che abbia 16 anni e che siano un periodo un po' nero per qualunque adolescente ma a tutto c'è un limite. Poi, però, lei si è presa la sua bella rivincita ed è iniziata la discesa per Noah. Noah, che ho considerato uno splendido ragazzo inizialmente, è finito per diventare una vera rottura ad un certo punto. Ho avuto voglia di prenderlo a pugni in più di un'occasione quando se ne è uscito con certe frasi o ha avuto certe reazioni che sono da strapparsi i capelli. Perché non si può essere così, ma sono seria. Vi dico solo che ho paragonato Noah e Amanda a Jared e Tate perché ad un certo punto ho visto una certa somiglianza.
Da metà romanzo però le cose cambiano e tutto quanto si risolleva. Il romanzo arriva ad uno stadio più alto e la mia voglia di prendere a schiaffi i protagonisti scende vertigiosamente verso il nulla. Finché non sono arrivata al 70% della storia e colei che volevo prendere a schiaffi era l'autrice. 

Prendetevi i fazzoletti, ragazzi. Quando arrivate all'incirca a questa percentuale di lettura tirate fuori i fazzoletti e metteteli accanto al comodino.
Ho iniziato a piagnucolare stile fontana e, okay, io sono fatta così e certe cose mi toccano un po' troppo, ma se la poteva risparmiare. Non capisco perché abbia voluto inserirla.
Per concludere perché questa recensione si sta facendo lunga e un po' sconclusionata vi dirò delle ultime cose. Questa storia non è solo una storia di amicizia e di amore, ma è una storia di rinascita e di recupero. E' una storia che lascia un messaggio bello profondo all'interno dei lettori e che si legge fra le righe per tutto l'arco del romanzo. Si deve vivere il presente, non il passato e nemmeno il futuro. Il presente è qualcosa di inestimabile e lo si deve vivere appieno senza lasciarsi scappare nulla. Cossicché una volta che esso sarà divenuto parte del passato non si avranno rimpianti.
Leggetevelo. Leggetelo e lasciatevi accarezzare dalla dolcezza - per buona parte del romanzo lo è - di Noah, dall'umorismo di Amanda e, infine, innamoratevi di un ragazzo speciale. 



"Noah possiede il 99, 9 percento del mio cuore.
Il resto apparterrà in eterno a un ragazzo speciale che ha cambiato per sempre la mia vita." 
(la prima parte della citazione è uno spoiler,
se la volete leggere vi basta evidenziarla.)
_________________________


Ditemi, cosa ne pensate? Vi è piaciuta questa recensione?
Fatemi sapere, mi raccomando!
Leen

2 commenti:

  1. Ne sento spesso parlare, questo mi incuriosisce tantissimo. Ora dopo la tua recensione la mia voglia di leggerlo è aumentata.
    Spero di prenderlo in mano al più presto! ^^

    RispondiElimina
  2. Oddio, sono quasi in imbarazzo.
    Io ho letto questo libro consigliato da tutti, ma il mio parere è praticamente opposto al tuo.
    Trash, trash ovunque. Personaggi mal caratterizzati, una protagonista ODIOSA e idiota, clichè a iosa e il particolare del cancro aggiunto a casissimo alla fine... No, non mi è piaciuto per nulla!
    Mah, sarò io che non sono riuscita ad apprezzarlo!
    Nel frattempo se vuoi leggere maggiormente cosa non mi è piaciuto trovi la mia recensione qui.
    Ciau!
    Rainy

    RispondiElimina