29 dicembre 2016

Anteprima | "Il nido" di Cythia D'Aprix Sweeney

Buongiorno, lettori! Oggi vi segnalo l'uscita di un libro che mi ha attirata fin da subito. 
Il nido é il romanzo d'esordio di Cynthia D'Aprix Sweeney e racconta la storia di una famiglia disfunzionale alle prese con un fondo fiduciario congiunto. Per la famiglia Plumb tutto ruota attorno ai soldi e a come impossessarsene, convinti che essi risolveranno tutti i loro problemi. Ed é proprio quando saranno a portata di mano che tutto precipita ed una serie di curiosi incidenti avviene. 




Il nido 
di Cythia D'Aprix Sweeney
Frassinelli
€ 9,99 (ebook) € 19,00 (cartaceo)

Amazon | Goodreads 
In uscita il 10 gennaio 2017


Ex genio messo in ginocchio dalla crisi del 2008, Leo è il maggiore dei quattro fratelli Plumb, babyboomers abbondantemente adulti secondo l'anagrafe e altrettanto sprovveduti nella realtà di ogni giorno, con le loro vite irrisolte e sempre in attesa del «Nido», l'eredità che il padre ha accantonato per loro, e che i fratelli hanno in buona parte già dilapidato prima di entrarne in possesso. Ed è proprio quando i soldi sembrano finalmente a portata di mano che tutto precipita: al matrimonio del cugino, nel tentativo di sedurre una cameriera diciannovenne, Leo carica la ragazza in macchina e finisce per provocare un disastroso incidente. Qualche tempo dopo, in uno di quei mesi di ottobre che a New York sembrano già inverno, Melody, Beatrice e Jack sono pronti ad accogliere il fratello appena uscito dal centro di riabilitazione. Ma è lui che preferirebbe evitare di vederli. Perché dovrebbe spiegare come – per riparare i danni dell'incidente – si è giocato anche la loro parte di eredità. E così intorno al «Nido», e a causa sua, i fratelli Plumb intesseranno una ragnatela di equivoci e inganni, segreti e bugie e tradimenti, nella quale loro stessi finiranno intrappolati. Trascinante, commovente, divertente e dissacrante, Il Nido è un concentrato di personaggi unici, un brillante riassunto delle ultime puntate della nostra Storia, un ironico bilancio generazionale e, in conclusione, una nuova dimostrazione della massima di Tolstoj: «tutte le famiglie felici si assomigliano. Ma ogni famiglia infelice, è infelice a modo suo». 

.........................

Cosa ne pensate di questo romanzo? Vi ha incuriosito così come é successo a me?
Fatemi sapere,
Leen

Nessun commento:

Posta un commento