28 luglio 2017

Release Blitz + Recensione | "Black Rose" di Sagara Lux


Buongiorno lettori, 
quest'oggi vi parlo di Black Rose, il primo volume della nuova serie di romanzi dark romance di Sagara Lux
Ma non è finita qui! Il blog partecipa anche all'iniziativa che l'autrice ha organizzato per promuovere l'uscita del libro, regalandovi la possibilità di leggere gratuitamente il primo capitolo e di vincere una copia cartacea del libro



Black Rose (The Darkest Night, #1)

di Sagara Lux
Self-publishing
€ 2,99 (ebook) € 10,92 (cartaceo)
Amazon | Goodreads
Uscito il 23 luglio 2017
Lilian Leroy non ha mai desiderato di svegliarsi in una stanza non sua, in compagnia di un uomo completamente nudo che non ricorda nemmeno di avere incontrato. Non ha mai desiderato di finire coinvolta nei giochi di potere che legano suo padre a un misterioso uomo venuto dalla Russia.
Ma ha desiderato lui, Sergej.
Dal primo momento in cui lo ha visto.
Sergej non ha mai desiderato nulla per sé. Ha sempre e soltanto eseguito gli ordini, almeno finché non gli è stato chiesto di fare l'unica cosa che non avrebbe mai voluto: distruggere qualcuno. 
Distruggere lei.
Tre uomini. Due donne. Una notte.
La più oscura di sempre. Quella che cambierà le loro vite.

Io e i romanzi dark romance abbiamo sempre avuto numerosi problemi, tuttavia è da un anno che ho deciso di buttarmi in questo genere. 
Black Rose è il sesto libro che leggo di questa tipologia, ma è solo il secondo che non parla di stupro o della Sindrome di Stoccolma. Per carità, nulla da dire su chi intende costruire la propria storia sulla SS - i gusti sono gusti -, ma sinceramente mi ha un po' rotto. Così come anche lo stupro, in effetti. Esistono tanti modi per provocare violenza fisica o mentale e i due metodi citati prima non sono gli unici che annullano la forza di volontà o tolgono ogni libertà ad una persona. 
E proprio per questo motivo, voglio fare un applauso a Sagara che ha deciso di provare altro.   Lei è una delle autrici che seguo da più tempo - fin dai tempi delle fan fiction - e la adoro totalmente perché ha una grande immaginazione e le sue storie sono sempre differenti le une dalle altre. 

«Stai per caso fuggendo da me?»
«Io non fuggo. Io mi faccio inseguire da te.»


Dopo una serata passata a bere con la sua migliore amica e il fidanzato di lei, Lilian si sveglia nel letto con un uomo che non conosce e non ricordando nulla di come lo ha incontrato o di come sia finita, mezza nuda, in una delle stanze della villa di suo padre. 
L'amnesia, tuttavia, non è il più grande dei suoi problemiSe l'uomo con cui ha dormito ha una stanza nella dimora dove lei vive, significa solo una cosa: è uno dei clienti di suo padre. Lo stesso padre che, per l'intera esistenza della ragazza, non ha fatto altro che tenerla lontana dal suo lavoro e dagli uomini con cui ha a che fare. 
Nel giro di poco, però, Lilian scopre che Sergej è solo la guardia del corpo di Dmitry, un uomo ricco e potente, dallo sguardo di ghiaccio e il comportamento controllato, che le provoca spiacevoli brividi di paura. 
Stranita dal comportamento del padre, che si comporta come se fosse un burattino nelle mani dell'uomo russo, e da quello dei due uomini che si atteggiano a padroni di casa, Lilian  vuole per la prima volta conoscere gli affari che il padre sta intrattenendo. 
Senza sapere che lei è la pedina principale nel gioco di Dmitry.
Il piano dei due uomini è semplice. Dmitry dovrà conquistare la fiducia della figlia di Sebastian Leroy per far sì che l'uomo ceda davanti a tutte le sue richieste. Tuttavia, la sola presenza dell'uomo provoca in Lilian spiacevoli brividi di ansia e terrore. Ciò e l'inspiegabile attrazione che Sergej prova per la ragazza potrebbero mandare all'aria tutto ciò che i due avevano costruito. 

«Iskusheniye» sussurrò in russo. “Tentazione”

Sergej ha un passato burrascoso e molto cupo. Per anni ha provocato violenza, morte e dolore, finché Dmitry non lo ha “salvato” offrendogli un lavoro. Grato di ciò che Dmitry ha fatto, Sergej ucciderebbe e morirebbe per lui. E questo gli ha sempre permesso di essere la perfetta guardia del corpo di un uomo soprannominato Lo Squalo per le ignobili azioni che compie per perseguire i suoi scopi. 
Non si è mai lasciato sconvolgere da una donna o dalle emozioni che un rapporto con l'altro sesso provocano. Almeno finché Lilian non entra nella sua vita e riesce a scorgere un po' di vulnerabilità dietro al suo comportamento minaccioso e autorevole. 
Al contrario, la ragazza è sempre vissuta nella bambagiaMa è anche cresciuta in una famiglia che fin dalla tenera età le ha fatto ben comprendere quale era la vita che non voleva assolutamente vivere. Per la sua famiglia lei farebbe tutto, ma non ha mai voluto avere nulla a che fare con il lavoro del padre e della sorella o con ciò il suo cognome si porta dietro. 
Finché il suo sguardo non si incrocia con quello di Sergej e l'attrazione violenta che prova per quell'uomo si trasforma in una passione bruciante che non può non consumare. 
La relazione che nasce fra i due protagonisti non è rose e fiori, cuori e amore, ma è qualcosa di simile ad una lenta caduta negli Inferi. Sergej è pericoloso e ogni cosa in lui lo grida a gran voce, ma sebbene Lilian sia abbastanza intelligente da esserne spaventata, ne è al contempo incuriosita.
In questo lento percorso che li porterà l'uno verso l'altro, attirandoli come se fossero due calamite, i due dovranno scegliere a chi dare la propria lealtà e a chi voltare le spalle. 

Che posso dirvi? La storia mi è piaciuta, anche se non sono sempre stata d'accordo con le scelte intraprese dai due protagonisti. Inizialmente il personaggio di Lilian mi ha fatto un bel po' storcere il naso. A prima occhiata sembra una donna tutto pudore, ingenuità e sottomissione, ma sono fortunatamente sono bastati pochi capitoli perché si palesasse la sua forza e intraprendenza. Sergej, invece, rispecchia in pieno il classico maschio alpha russo della situazione. Avete presente, no? Il personaggio che ti fa venir voglia di dargli qualche schiaffo un capitolo sì e l'altro pure. 
Sebbene queste piccole problematiche, mi sono piaciuti entrambi. Sono l'uno lo specchio dell'altra e al contempo sono il contrario. Sono molto realistici, anche se, ad essere sincera, non mi è mai capitato di incontrare un uomo come Sergej. Per fortuna. Sua e mia. Per la storia degli schiaffi, chiaramente. 
Tutti coloro che amano Sagara e i dark romance troveranno in Black Rose una bella lettura. Il dark in questo primo libro è piuttosto blando, ma l'autrice ha ammesso che la situazione andrà in crescendo! 

LEGGI IL PRIMO CAPITOLO



GIVEAWAY
L'autrice ha messo in palio una copia cartacea del libro per un fortunato vincitore:) 


…………....……............………………………….

Cosa ne pensate di questo romanzo? Avete già letto qualcos'altro di questa autrice? 
Fatemi sapere, 
Leen 

Nessun commento:

Posta un commento